Chi Siamo

Associazione Spazi Musicali:

L’Associazione “Spazi Musicali” è nata nell’ottobre 2002, con lo scopo di contribuire allo sviluppo della cultura musicale sul territorio comunale di Mazzano. Negli anni ha perseguito questa finalità proponendo un’offerta formativa, coordinata da un Direttore Artistico, attraverso docenti qualificati e progetti diversificati, che si sviluppa secondo due direttrici principali:

  • l’organizzazione e la gestione di un’Accademia Musicale, nella quale gli allievi imparano o perfezionano la conoscenza di uno strumento musicale
  • un percorso didattico, svolto in collaborazione con l’IC di Mazzano, denominato “Suonare per Capire”, rivolto ai ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado; durante il triennio, essi approfondiscono il pensiero musicale attraverso lo studio di uno strumento.

La storia dell’Associazione si caratterizza, da sempre, per la sua capacità di guidare una crescita formativa, che le ha permesso di raggiungere, oggi, un notevole livello qualitativo di musica espressa.

Nel 2009 è nata l’Orchestra Giovanile dell’Associazione Spazi Musicali, nella quale confluiscono le eccellenze dei corsi organizzati dall’Associazione e collaboratori esperti del settore: un organico che conta circa cinquanta musicisti.

La valenza educativa e formativa musicale si accompagna alla volontà di contribuire alla formazione civica dei giovani allievi facendoli partecipi di eventi che hanno come radice la conservazione e la divulgazione della tradizione culturale. Ciò attraverso la realizzazione di progetti ad hoc, volti altresì ad una funzione sociale più ampia del pubblico fruitore.

Il Direttivo:

Presidente: Liviana Rocchi

Vicepresidente: Alberto Scottorelli

Consiglieri: Raffaello Mostarda, Danilo Vitali

Consigliere a nomina del Corpo Bandistico “P.Lonati”: Pierangelo Frera

Direttore Artistico:

Sandro Torriani

Mission: Estituire

Passione – Opportunità – Scopo comune:

Unità di intenti e la condivisione degli obiettivi creano l’opportunità, senza fini e senza attese personali, per condividere un comune scopo basato sulla passione comune per la musica e l’arte nell’intento di restituire, non re-investire, quanto ci è stato precedentemente elargito.